Con il DL di Stabilità 2014 approvato del Consiglio dei Ministri in data 15 ottobre 2013, le detrazioni sono state confermate per tutto il 2014.    
nel caso di
      RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE     
con € 96.000 massimo di spesa
se ad esempio:
   € 10.000 spesa ristrutturazione
-  €   5.000  restituiti in 10 anni       
                                         (€ 500 all’ anno) 
=   €    5.000  di spesa effettiva
  nel caso di
            ACQUISTO DI MOBILI           
con € 10.000 massimo di spesa
se ad esempio:
       € 4.000 totale investimento
  –   €  2.000 restituiti in 10 anni       
                                      (€ 200 all’ anno)
=     € 2.000  spesa effettiva  
  I bonus sono rivolti a chi ha la proprietà di un immobile, l’usufrutto o la nuda proprietà di un immobile.Gli sconti, invece, possono essere ottenuti anche da chi ha un abitazione in affitto o chi vive con il proprietario di un edificio. Le principali condizioni per fruire dell’agevolazione sono: il limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione è di 96.000 euro per unità immobiliare.   Inoltre nel decreto sono comprese detrazioni al 50% per l’acquisto di mobili “fissi”: mobili bagno, cucine, sanitari, armadi a muro, elettrodomestici grandi elettrodomestici non inferiori alla classe A+, come per esempio frigorifero, lavatrice, congelatore, lavastoviglie, lavasciuga e forni di classe A”, per un importo massimo pari a 10.000 euro.  



I documenti da conservare.
 Le spese sostenute, inoltre, devono essere “documentate”, conservando la documentazione attestante l’effettivo pagamento (ricevute dei bonifici, ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente) e le fatture di acquisto dei beni con la usuale specificazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti.

Ogni giorno di più conviene apportare modifiche alla propria casa per renderla più ecosostenibile, e l’efficienza energetica conviene, soprattutto grazie ai bonus dedicati a chi è attento a queste modifiche sulla propria abitazione.

INFORMATIVA PER L’ EDILIZIA
INFORMATIVA PER MOBILI ED ELETTRODOMESTICI